Tel. 366 504 6566

Nicola Bauer, nel suo articolo pubblicato nel Dicembre del 2003 riporta: proprietà della potente famiglia nocese “Resta” certamente fin dall’inizio del secolo XVIII, nel secolo successivo, per eredità della famiglia De Luca Resta, nel secolo XX è acquistata prima da Vitti De Bellis di castellana Grotte quindi dagli eredi del dott. Orazio De Tommasi…..e poi , scrivendo su Scozia bassa, riporta “ a nord del complesso edilizio sono chiaramente visibili diversi tratti di un grosso pariete…avente funzione di confine di un grande <riposo> delle mandrie di vacche podoliche e delle greggi della <transumanza>.

L’intero podere di Scozia venne venduto nel 1945 dal marchese De Luca Resta alla famiglia De Bellis di Castellana Grotte al prezzo di £ 700.000 e successivamente acquistata nel 1962  dal dott. Orazio De Tommasi per essere utilizzata come residenza stagionale.

Sede di scuola elementare fino agli anni 60, la stessa conteneva un’aula con classi miste ed ubicata al primo piano della Villa esattamente in corrispondenza della balconata di affaccio sul portale d’ingresso.

Le caratteristiche di Masseria Villa Scozia la qualificano come entità completa e autonoma, con ingresso a scalinata a tenaglia, abitazione e cappella interna, stalle, magazzini, deposito di carri ed attrezzi. In perfetta simmetria, trattasi di un manufatto calibrato in ogni elemento con precise finalità.

 

Le ricerche storiche, i testi e le fotografie sono a cura dell’Arch. Francesco Raffaele Tinelli